Musica

Consigli musicali: gli album di novembre 2018

Consigli musicali: gli album di novembre 2018

Il 2018 si sta per concludere, però le uscite discografiche attese prima del 2019 sono ancora molte, e molte sono le pubblicazioni del mese di novembre. Tra i molti album usciti questo mese, ne abbiamo selezionato alcuni tra i più apprezzati: Mariah Carey, Barbra Streisand, Marco Mengoni, Lucio Dalla, Cristina D’Avena, sono solo alcuni degli artisti di cui parliamo nei consigli musicali di ottobre. Tra di essi ci sarà sicuramente qualche album che fa al caso vostro! Buona lettura!

Mina
PARADISO (LUCIO BATTISTI SONGBOOK)

Wea
La collaborazione professionale tra Mina e Lucio Battisti rappresenta una simbiosi musicale durata molti anni, sfociata all’inizio degli anni ‘70, quando la Tigre di Cremona pubblica una serie di brani scritti dallo stesso Battisti insieme a Mogol: Insieme, Amor mio, Io e te da soli sono alcuni dei pezzi più amati di Mina, la quale rende nuovamente omaggio a Battisti, rispettivamente nel 1975 e 1994, quando pubblica due album nei quali reinterpreta alcuni dei brani di Lucio. Ora la cantante riordina questo percorso empatico raccogliendo tutte le collaborazioni con il cantautore rietino e gli omaggi alla sua musica, pubblicando questo doppio album nel quale, oltre ai brani citati e tutti rimasterizzati, si trovano due canzoni rare, due interpretazioni inedite (Vento nel vento e Il tempo di morire), alcuni pezzi con arrangiamenti nuovi, e una manciata di brani in lingua straniera (solo nella versione cd), per un totale di 32 brani. Il sodalizio tra Mina e Lucio avrebbe dovuto dare forma al progetto di un album congiunto, purtroppo mai realizzato a causa della scomparsa di Battisti, però Mina continua a rendergli omaggio e a rinnovare la devozione alla sua musica attraverso opere di questo calibro, assolutamente da ascoltare.
Mariah Carey
CAUTION

Epic Records / Sony Music Entertainment
Mariah Carey è tornata, e no, non con la sua ormai celeberrima All I want for Christmas is you che ormai è diventata una delle canzoni natalizie più famose di sempre, ma lo fa con un album nuovo di zecca, che arriva a quattro anni dal precedente Me. I am Mariah... The elusive chanteuse, e che ci mostra una cantautrice con una vena creativa davvero rinfrescata. Dopo i milioni di copie vendute dei suoi primi dischi, e memorabili hit entrate nel cuore di tutti, Mariah non ha più nulla da dimostrare, e forse è proprio questo che le ha dato lo stimolo di realizzare un album di puro r’nb, proiettato verso il futuro grazie ai suoni prodotti da, tra gli altri, Timbaland e Skrillex. Nel disco sono molti i riferimenti al passato dell’artista e ad altre icone della musica in una scaletta che, seppur non presenta nessun singolone scalaclassifiche, ha il grande pregio di essere credibile e di poter entrare nella cerchia dei migliori lavori di Mariah. Bentornata.
Marco Mengoni
ATLANTICO

Sony music Entertainment Italy
Marco Mengoni è tornato. Marco Mengoni è ormai uno degli artisti più apprezzati nel panorama pop italiano, ed ogni suo lavoro discografico è atteso con ampie aspettative. Tra l’altro, lo ricordiamo quando, già ai tempi di X Factor, la sua indole artistica era ricca di creatività e intensità, doti che nel tempo Marco ha coltivato, affinato, incrementato, fino ai grandissimi successi degli album Parole in circolo e Le cose che non ho (entrambi pubblicati nel 2015). Questo nuovo capitolo è molto importante per il cantautore toscano, in quanto deve avere il compito di cosacrare il successo dei lavori precedenti, e inoltre ha la caratteristica di portare Mengoni in territori per lui inusuali e nuovi: se fino ad ora i grandi successi dell’artista sono stati caratterizzati da una scrittura e un sound “tradizionali”, Atlantico propone una scaletta musicale rinnovata e moderna, con sonorità che strizzano l’occhio al pop internazionale e a linguaggi multiculturali. L’elettronica, gli uptempo, le collaborazioni e i testi riportano alle esperienze e ai viaggi che Mengoni ha fatto negli ultimi anni, e che hanno costituito l’ispirazione per questo album, espressione quindi di un mondo ampio e variegato. E siamo sicuri che anche questo capitolo sarà, per Marco Mengoni, un sicuro successo.
Marianne Faithfull
NEGATIVE CAPABILITY

BMG Rights management
La storia della vita di Marianne Faithfull è quanto di più rischioso una persona possa affrontare: una vita trascorsa oscillando tra momenti di luce e baratri pazzeschi, fatti di circostanze pericolose e dipendenze da droghe. Oscillazioni che si sono riflesse nei suoi dischi, nella sua musica cruda, nella sua voce roca e profonda, nei demoni che tutte queste cose hanno sempre lasciato trasparire. Ora, con l’età che avanzando dona sempre una certa consapevole compostezza, una vita trascorsa più tranquillamente e i suoi acciacchi mostrati con orgoglio in copertina, la Faithfull confeziona un disco che ha il sapore delle somme, dei pensieri e delle considerazioni fatte dopo aver passato un vita intera di tormenti, e lo fa con composizioni essenziali, fatte di violini, temi aspri e interpretazioni viscerali, dove la scrittura dell’artista si unisce a quella di alcuni grandi della musica: Ed Harcourt, Mark Lanegan, Rob Ellis, Warren Ellis, e Nick cave che duetta con la Faithfull nella disarmante intensità del singolo The gipsy faerie queen. Un album definito da Marianne Faithfull come il suo lavoro più onesto. Un grande classico che da solo vale un’intera carriera.
The Cranberries
EVERYBODY ELSE IS DOING IT, SO WHY CAN’T WE? (super deluxe edition)

Island Records / Universal Music Operations Limited
Ce lo siamo lasciati sfuggire il mese scorso, ma non potevamo non parlarne:
c’è una band formatasi a Limerick, Irlanda, nel 1989, con la volontà di proporre, a differenza delle altre band locali, un repertorio composto da canzoni originali. Dopo alcuni demo, nel 1990 entra a far parte della band una certa Dolores O’Riordan. Il resto lo conosciamo tutti.
Il primo disco dei Cranberries esce nel 1993, e lancia subito la band in un olimpo musicale che verrà poi confermato, se non esaltato ulteriormente, dal secondo lavoro No need to argue, e dal super-singolo Zombie. Everybody else is doing it, so why can’t we? contiene due singoli meravigliosi quali Linger e Dreams, oltre che a una successione di brani pop rock dal sapore altamente malinconico. Questa lunga premessa per dire che il mese scorso è uscita, per celebrare il 25° anniversario dalla pubblicazione, una versione super deluxe di questo album, contenente, oltre alla tracklist originale e rimasterizzata, un secondo disco che raccoglie versioni demo, remix, alcuni brani tratti dal loro ep Uncertain (antecedente l’uscita dell’album), e canzoni registrate durante quelle session e mai pubblicate.
Per i fans dei Cranberries è una riedizione talmente succulenta da non lasciarsela sfuggire, e per chi non conoscesse questo album, o ancora peggio non conoscesse i Cranberries, questa è l’occasione imperdibile per ascoltare il primo capitolo della storia di una band che è diventata leggenda.
Cristina D’Avena
DUETS FOREVER - TUTTI CANTANO CRISTINA

Warner Bros. / Warner Music Italy
Alzi la mano chi non ha nel cuore almeno una, dieci, cinquanta canzoni di Cristina D’Avena, e che riascoltando quelle sigle non prova una bella emozione: di fatto Cristina è la paladina dei ricordi belli dell’infanzia di tutti i nati a cavallo degli anni ‘80 e ‘90, e la sua immagine artistica, immutata e fedele a se stessa nel tempo, non ha fatto altro che confermare ulteriormente questa posizione. Cristina, però, già con il precedente Duets, ha voluto dimostrare a tutti i detrattori della sua musica (i quali dicevano che i suoi brani erano “musichette per bambini”), che quelle canzoni sono veri e propri inni della musica pop, cantati per l’occasione insieme a una schiera di cantanti e cantautori da far invidia a qualsiasi altro. Il progetto Duets ha così ottenuto un successo talmente grande che, a un anno di distanza, esce questo Duets forever, dove Cristina D’Avena duetta in 16 sigle con altrettanti artisti: Patty Pravo, Dolcenera, Elisa, Carmen Consoli, Alessandra Amoroso, Nek, Max Pezzali, Malika Ayane, Le Vibrazioni, solo solo alcuni dei nomi all’interno dell’album. Tra reinterpretazioni fedeli alle originali, e versioni completamente rinnovate, si trovano alcune tra le sigle più amate della nostra beniamina: La canzone dei Puffi, Georgie, Sailor Moon e il cristallo del cuore, Batman, Ti voglio bene Denver, Memole dolce Memole, Pollyanna, Alvin Rock’n’Roll e tante, tante altre. Sono ancora tante le sigle che Cristina potrebbe riproporre in nuovi duetti, e quindi ci auguriamo che, magari, possa venire pubblicato un Duets 3, 4, 5, 10, 100, 1000, perchè le canzoni di Cristina D’Avena non ci si stanca mai di adorarle.
Lucio Dalla
DUVUDUBÀ

Sony Music Entertainment Italy
L’arte di Lucio Dalla fa parte di quei patrimoni culturali talmente importanti che ogni persona dovrebbe possedere almeno un album del cantautore bolognese, o perlomeno conoscerne i brani più rappresentativi. Questa raccolta, pubblicata in occasione del 75° anniversario dalla nascita dell’artista, ripercorre in 70 brani una carriera iniziata negli anni ‘60, e costellata di enormi successi e canzoni entrate nella storia della musica internazionale. Ma Duvudubà non rappresenta solo l’occasione per riascoltare il catalogo edito di Lucio Dalla: il box contiene infatti alcune rarità, e un brano inedito, scritto dal cantautore durante il periodo del “Work in progress tour” con Francesco De Gregori, e mai pubblicato. Questo brano varrebbe da solo l’acquisto dell’intera pubblicazione; se poi, insieme ad esso si trovano alcuni tra i brani più belli della musica italiana, non servono ulteriori presentazioni.
Barbra Streisand
WALLS

Columbia Records / Sony Music Entertainment
Barbra Streisand torna finalmente con un album di inediti, o meglio, un album composto quasi interamente da inediti. Ciò che ha ispirato l’artista nel voler realizzare questo lavoro è la situazione politica mondiale, i tempi critici in cui viviamo, la paura del ritorno di un passato cattivo, e la costruzione (simbolica e non) di muri al posto di ponti. E proprio questo ultimo concetto ha dato il titolo all’intero album della Streisand, che canta il bisogno di amare e di migliorare un mondo in questa situazione critica. Il team di collaboratori e produttori che hanno lavorato insieme all’artista è stellare: Walter Afanasieff, collaboratore di Whitney Houston, Christina Aguilera, Andrea Bocelli, Celine Dion (per la quale ha prodotto My heart will go on), John Shanks (ha scritto per Take That, Sheryl Crow, The Corrs, Stevie Nicks, e prodotto per Alanis Morissette, Nelly Furtado, Bon Jovi), David Foster (collaboratore di Madonna, Michael Jackson, Donna Summer, Michael Bublé), Desmond Child (Kiss, Aerosmith, Ricky Martin). Il disco ha il sapore di un grande classico della musica pop, cantato da un’artista grandissima con una voce bellissima. Grande classe da ascoltare.
5 Condivisioni

Stefano

novembre 30th, 2018

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *